• Google Art Project
  • Facebook
  • YouTube
  • Flickr
  • Trip advisor
  • Twitter
  • Followgram
  • Pinterest

Vetrata

1950 circa

Vetro dipinto con legature a piombo
cm 206.5x82x6.5
inventario C614

La vetrata sovrappone le copie fedeli di due originali del 1503 conservati dal 1867 al Museo Civico di Torino. Questi raffigurano La fuga in Egitto e  Gesù tra i dottori e provengono dalla cappella del castello di Issogne; i cartoni preparatori sono attribuiti al ginevrino Pietro Vaser. I soggetti sono parte integrante del programma iconografico con le Storie della Vergine e dell'infanzia di Cristo, che si dispiega sui muri e nel polittico dell'altare della cappella valdostana. L'intero allestimento dell’ambiente si deve a Giorgio di Challant, abate della collegiata di Sant'Orso di Aosta e feudatario del castello, di cui la vetrata reca lo stemma. Nel 1884 fu Pietro Guglielmi autore delle copie eseguite per la cappella della Rocca, come anche dei vetri dipinti della sala baronale e della camera da letto, tutti andati distrutti dai bombardamenti del 1943.